Vittoria nella sfida di alta classifica contro gli Spartans

I Chiefs mettono nel mirino il primo posto nella regular season

Partita di cartello quella giocata ieri sul ghiaccio del palaSesto tra le prime due forze del campionato: da una parte l’H.C. Valpellice Spartans, campioni in carica e a punteggio pieno con 5 vittorie in altrettante gare, dall’altra l’Hockey Chiefs Milano, ancora imbattuto ma con solo 3 gare a referto.
Coach Bianconi conferma le prime due linee di attacco e fa esordire Andrea Stagni in terza linea insieme a Calefati e Franco. In difesa la coperta è corta, si gira a soli 5 uomini.

Partono bene i Chiefs che cercano fin da subito di tenere il ritmo alto per cercare di sorprendere gli avversari, attuando un buon foreckecing e cercando di imporre il proprio gioco. Lo sforzo iniziale paga e al minuto 4:53 Bertelli, ben servito da Barbieri, scappa lungo la balaustra di sinistra, si accentra e batte il portiere dopo averlo fatto sedere.
Il goal non scompone gli ospiti, che faticano a trovare profondità nel gioco, ma che si rendono comunque pericolosi coi tiri dalla blu, in particolare con Daniele Gonin che per due volte “timbra” il casco di Andrea Sala, partito titolare anche oggi a difesa della gabbia gialloblu, con due potenti slap. Per gli Spartans anche un goal annullato per uomo in area di porta.
Il primo periodo si chiude con due penalità, ma i Chiefs non riescono a sfruttare i pochi secondi a disposizione in 5 vs 3: Mollea, goalie degli Spartans, dimostra tutte le sue qualità e manda le squadre al riposo sul risultato di 1 a 0.

Nel secondo periodo i Chiefs beneficiano ancora di pochi secondi di superiorità numerica, ma un disco gestito male sulla linea blu proprio allo scadere della penalità, consente a Orsina di scappare in breakaway e con un chirurgico slap ristabilire la parità nel punteggio, dimostrando tutte le sue qualità di esperto giocatore (per lui anche 4 partite in serie A!).
Nei primi minuti vengono fischiate penalità ad entrambe le squadre, che però vengono mal sfruttate, in particolare dai Chiefs che commettono nuovamente un errore nella circolazione del disco che permette a Bella di segnare il momentaneo vantaggio al termine di una fuga solitaria.
Il vantaggio dura però solo poche decine di secondi: la squadra di casa può beneficiare ancora di più di 2 minuti di superiorità numerica, si ristabilisce nel terzo offensivo e trova al termine di una azione insistita il goal in powerplay di nuovo con Bertelli con un slap dallo slot su cui Mollea non può nulla.
La gara sale di ritmo ed intensità: il gioco è molto rapido e fisico, è partita vera. Vengono fischiate varie penalità, in particolare a favore degli Spartans nella parte centrale del periodo, ma lo special team gialloblu regge l’urto e a pochi minuti dallo scadere della seconda frazione, su uno dei pochi errori della retroguardia ospite, Cerri lancia Piccinno che si sgancia dal proprio terzo, arriva a tu per tu col goalie avversario e colpisce il palo, ma sul rebound Bertocchi, che aveva seguito l’azione, è il più lesto di tutti e realizza il nuovo vantaggio Chiefs con cui si va al riposo.

In spogliatoio, come già avvenuto nelle partite precedenti, coach Bianconi predica calma, sistema l’assetto difensivo e trasmette quella fiducia alla squadra indispensabile per vincere le partite. E la squadra che rientra sul ghiaccio lo ripaga con un ottimo terzo periodo. Tornati in pista i Chiefs allungano sugli ospiti al 3° minuto ancora con Bertocchi che caparbio recupera un disco dietro porta dopo un proprio tiro, si allarga e di polso infila il disco nel sette (2 goal e 1 assist per lui anche oggi). E’ il goal che potrebbe chiudere l’incontro, ma nell’ingaggio seguente Gonin vince il disco a due, un rimpallo con un difensore, si ritrova solo davanti a Piccolo (subentrato come di consueto a metà incontro a Sala) e infila il disco nel "buco numero 5".
E’ l’unico errore dei Chiefs nel terzo periodo, che continuano a giocare su ritmi alti e a mettere in difficoltà gli avversari che pagano probabilmente lo sforzo profuso nel secondo periodo per raddrizzare la partita e un infortunio muscolare del goalie Mollea fino a quel momento migliore in pista. I giocatori in maglia gialloblu trovano nuovamente la via della rete con Mengato, ottimamente servito da dietro porta da Cerri e infine con Bertelli che, lanciato da Barbieri, realizza il personale hat-trick, e chiude definitivamente la gara quando sul cronometro mancano ancora 12 minuti, consentendogli di portarsi a casa il premio di migliore della partita in casa Chiefs.
Risultato finale Chiefs 6 Spartans 3.

Con la sconfitta di oggi gli Spartans terminano la stagione regolare con 10 punti (W:5, L:1, T:0)
Per i Chiefs continua la rincorsa, con la possibilità di centrare l’aggancio al primo posto già domenica prossima quando saranno impegnati nella trasferta che li vedrà opposti al Giugoma Hockey.

Doveroso il ringraziamento finale al pubblico, in particolare alle nostre tifose, calorose e chiassose sugli spalti, a Fabrizio Pastori e Alberto Novo per aver ricoperto il sempre ingrato ruolo di arbitro e linesman, a Simone Cassano e Cesare Maspero per la gestione del tabellone e delle statistiche e ad Alice “Ferro presente in veste di medico.

Per i Chiefs ci sono ora 2 giorni di riposo, poi si torna subito in pista per preparare la prossima gara di campionato: c’è una rimonta in classifica da completare.

Hockey Chiefs Milano - Staff

ULTIME NEWS

EVENTI