Prima sconfitta in NOHL per l'Hockey Chiefs Milano

Il Chiavenna Alchool fa sua la sfida di cartello

Prima battuta d’arresto per l’Hockey Chiefs Milano in NOHL. A fermare la serie positiva di 10 vittorie consecutive, iniziata lo scorso campionato, è stato l’Hockey Club Chiavenna Alchool Gran Riserva che si impone sul ghiaccio di casa con il punteggio di 6 a 1.
Giocatori contati per coach Bianconi che deve fare a meno, per lo scontro valevole per il primo posto in classifica, di Carretta in difesa e di Campani, Di Lucia e Bertelli in attacco.

Fin dai primi ingaggi di gioco la squadra di casa impone il proprio ritmo e schiaccia gli avversari nel terzo di difesa, impegnando a più riprese Guccione chiamato da coach Bianconi a difendere la gabbia gialloblu. Il primo goal arriva però da una situazione “sporca”: in un contrasto il disco schizza in alto, colpisce Cerri sul casco che serve involontariamente Vener libero di tirare da pochi passi e di portare in vantaggio i suoi al terzo minuto di gioco. Se la fortuna è cieca, la sfiga ci vede benissimo: al decimo minuto di gioco Cerri ferma un potente slapshot dalla blu di Geronimi con il piede destro, già malconcio per un precedente infortunio non del tutto assorbito, che lo mette KO e lo costringe a guardare il resto della partita dalla panchina, terminando anzitempo la sua gara.
Coach Bianconi è costretto a modificare l’impostazione di gioco chiedendo ai due restanti centri, Barbieri e Calefati, gli straordinari e di alternarsi in due su tre linee di attaccato. I Chiefs faticano a giocare e a prendere ritmo e Kirchner resta inoperoso per tutta la prima metà della prima frazione di gioco; la pressione degli Alchool GR è invece continua, ma un ottimo Guccione tiene in partita i suoi mandando le squadre a riposo sul punteggio di 0 a 1.

Nella frazione centrale la musica non cambia: la partita è in mano alla squadra di casa che raddoppia subito in avvio di periodo grazie a Vener, assistito da Andreoli, e triplica al nono minuto con Cervieri assistito da Geronimi. Sul punteggio di 0 a 3 i Chiefs beneficiano del primo power play della partita a favore: lo special team non gestisce nel migliore dei modi la situazione di superiorità numerica, ma un disco deviato da Stagni sulla propria blu sorprende la retroguardia di casa e consente a Barbieri di partire in breakaway e di battere il goalie avversario con un preciso tiro di polso che manda il disco sotto la traversa per la gioia della panca gialloblu. Lo stesso Barbieri potrebbe ripetersi poco dopo quando soffia un disco a Giacomelli che vistosi superare, ferma il numero 87 gialloblu quando è ormai solo davanti al portiere, in un modo probabilmente oltre i limiti del regolamento, ma l’arbitro non ravvede la penalità e non ferma il gioco. Al 19esimo minuto è invece la squadra di casa a poter beneficiare di una superiorità numerica per un fallo commesso da Bianchi per carica scorretta, e il goal di Bossi non tarda ad arrivare, ben assistito da Giacomelli al termine di una azione personale con cui si riscatta del precedente errore, che chiude il secondo periodo, e probabilmente la partita, sul punteggio di 1 a 4.

Nel terzo periodo i Chiefs devono far fronte anche all’infortunio di Aprile che, a seguito di uno scontro di gioco, patisce una (per fortuna si scoprirà poi esser leggera) distorsione al ginocchio che la manda anzitempo negli spogliatoi. Coach Bianconi, costretto a girare a sole due linee in attacco, opta per questa soluzione in difesa per provare a riaprire la partita, ma le occasioni concesse dalla squadra di casa sono poche e in quelle poche Kirchner si fa trovare sempre pronto, in particolare su un one-timer di Bertocchi. La partita è più equilibrata, complice anche un normale calo psico-fisico della squadra di casa, forte del vantaggio di 3 reti, che non riesce a sfruttare una situazione di doppia superiorità ma che trova comunque la quinta rete a metà del secondo periodo con Andreoli pescato libero nello slot da Cervieri. Negli ultimi 5 minuti di gioco coach Bianconi sostituisce un ottimo Guccione, che esce tra gli applausi anche della panca avversaria subito dopo aver fermato una situazione di 2 vs 0 con un doppio grande intervento, dando spazio a Sala che, messo subito alla prova dagli avversari, risponde con un paio di ottimi interventi, a dimostrazione dei progressi fatti da inizio stagione dal goalie gialloblu, ma che paga probabilmente l’ingresso a freddo sull’ultimo tiro della partita di Giacomelli che sancisce il risultato finale di 6 a 1 per gli Alchool GR.

Nulla da eccepire sulla meritata vittoria della squadra di casa, forte di un roster valido per fondamentali in tutti i reparti e di una prima linea Andreoli Vener Giacomelli decisamente di un’altra categoria e autrice di 4 delle 6 reti realizzate.

Per i Chiefs una sconfitta che non compromette il prosieguo della stagione e che lascia in dote numerosi spunti su cui lavorare già a partire dal prossimo allenamento.

Con questa vittoria il Chiavenna Alchool GR raggiunge al primo posto in classifica gli Spartans di Valpellice. I Chiefs restano in scia alla coppia di testa dietro di un solo punto e proveranno il nuovo sorpasso domenica 13 dicembre quando, sul ghiaccio di Torrepellice, affronteranno proprio gli Spartans per l’ultima trasferta di regular season.
Hockey Chiefs Milano - Staff

ULTIME NEWS

EVENTI