FACE OFF WITH...

Alessandro Calefati


Nome?
Calefati Alessandro (ok, non serve chiedere il cognome, via col resto! ndr)

Soprannome?
Da sempre il Cale

Perchè ti chiamano così?
E’ una lunga storia legata ad un sacco di cose, sorvoliamo che è meglio (e io che pensavo che Cale fosse banalmente il diminutivo di Calefati. La vita è piena di sorprese, ndr)

Ruolo?
Nasco come Ala Destra, adattato da coach Branduardi nel ‘97 come Centro (il cantante? ndr)

Da quanti anni giochi a hockey?
1991 debuttavo in serie C, il resto non me lo ricordo.

E da quanti nei Chiefs?
Questa è la prima stagione (eh che stagione! Campioni!! ndr)

Cosa sono per te oggi i Chiefs?
Più che una squadra di hockey è diventata quasi una famiglia (compare un pollice alzato del cameraman davanti all’obiettivo, ndr) per l’ambiente che ho trovato e si è creato, nonostante fosse da tutti definito come un gruppo di arroganti e presuntuosi (bravoh!! ... il cameraman parallelamente invita tutti ad “adoperarsi oralmente” nei suoi confronti, ndr)

Il tuo primo ricordo legato all’hockey?
Le botte prese da Brivio durante una partita di serie C, uno dei giocatori più forti di scuola italiana.

Il ricordo più bello legato all’hockey?
Vincere il campionato nel 2007 con coach Magni e il Cus.

E il più bizzarro?
Trovarmi una escort in spogliatoio dopo la partita (suppongo non stia parlando di una Ford, ndr) Diavoli contro Como... ce l’aveva promessa un nostro compagno di squadra se avessimo vinto (di sicuro non era Fashion, lui queste promesse non le mantiene, eppure noi vinciamo sempre, ndr)

….? (domanda sottovoce del cameraman, ndr)
Lascia perdere.... (risate, ndr)

Raccontaci un altro aneddoto, un episodio, sempre legato all’hockey, che hai visto o vissuto?
Il ritorno del Milano Saima, uno degli eventi più belli a livello nazionale, di sempre.

Per che squadra NHL tifi?
Tifo per l’Hockey

E’ come dire che “ha vinto la vittoria”?
No è come dire che l’Hockey quando è giocato ad alto livello è un piacere vederlo, a prescindere che sia NHL o campionato russo, o ceko... (concordo! ndr)

Il tuo film preferito? e perchè?
Top Gun, perchè da piccolo volevo fare il pilota d’aerei (chissà perché nessuno dice mai che vuole fare come Goose, ndr)

Il tuo cartone animato preferito (serie o Disney) e perché?
Simpson, perchè sono come Bart, una mina vagante, sempre e comunque

Il tuo libro preferito, e perchè?
(il cameraman suggerisce alla regia “non sa leggere”, ndr) Io Uccido, di Faletti ... perchè non molti sanno che è un libro che è stato molto contestato perché alcuni editori dicevano che non fosse scritto da Faletti. In realtà è stato il suo primo vero romanzo, dopodiché si è ammalato. (spero il Cale non faccia la stessa fine, vedi prossima domanda, ndr)

Ma è vero che tu stai scrivendo un libro? … aspetta, si può dire?
(cameraman: “ah quindi sai anche scrivere?!” ... oh sto cameraman non sta zitto un secondo, ndr) Sto scrivendo un libro, gli ho cambiato il titolo settimana scorsa (vuoi dire che siamo fermi al titolo Cale!? ndr) ... questa cosa è una cosa che sanno in p.. beh adesso tutti per colpa vostra ... grazie all’aiuto di vecchi compagni e amici, tra cui anche Luca De Zordo che mi ha aiutato in molte cose che non mi ricordavo più (strano! ndr) ... è un libro che parlerà dell’hockey negli anni ‘90, di quelli che sono stati gli intrecci politici con questo sport e soprattutto tutto quello che è avvenuto dietro le quinte di questo sport in quegli anni (un libro scandalo!!! paura! ndr)

Cantante o gruppo preferito?
Oh, bella domanda (grazie, l’ho scelta io, ndr) .. cantante oggi ti direi Ligabue per le emozioni che mi trasmette (il cameraman ha un conato di vomito, ndr). Gruppo... in generale la musica metal.

Cantaci un pezzo di Ligabue!
Vacca troia (non me lo ricordo questo pezzo di Ligabue, ndr) ... (risate) ... potrei partire con “Certe notti” anche se ai tempi d’oro, vi stupirò, quando eravamo in giro e tornavamo dalle trasferte in orari proibitivi, 90 su 100 quando riprendevo la macchina intorno alle 4 del mattino (più o meno lo stesso orario in cui la riprendiamo dopo gli allenamenti oggi, ndr) la prima cosa che ascoltavo era Certe Notti di Jovanotti (attimo di silenzio imbarazzato in cui guardiamo il Cale e controlliamo quanta birra sia rimansta nella bottiglia, ndr) ... eh scusami, “Gente della notte” di Jovanotti (io e il cameraman fingiamo di conoscere il pezzo, che abili imbroglioni, ndr) e c’è un pezzo finale che noi avevamo trasformato in “mi chiamo Calefati e faccio l’hockeysta, non vado mai a dormire prima del rolbista” ... anche perchè negli anni d’oro il rolbista rifaceva il ghiaccio all’1 perchè così il ghiaccio riposava tutta la notte e al mattino la serie A aveva il ghiaccio perfetto (sta domanda la devo levare, gli ho chiesto di cantarmi una canzone e non la pianta più di parlare, ndr)

Tattoo o Piercing?
Piercing tolti, tattoo non mi ricordo più se sono 10 o 12 (ma non dovevano essere dispari? ndr)

Quello a cui tieni di più?
Il ricordo di Emanuele Formica tatuato sulla gamba.

Fidanzato?
Sposato

(Il cameraman) No, ti chiedeva come si chiamasse il tuo fidanzato?
Bastardo (bel nome, ndr)

Ami di più la tua fidanzata o l’hockey?
Io ho sempre dichiarato una cosa a tutte le donne che ho avuto ed è per questo che a 40 anni sono ancora qui (40? Te ne davo 39 e mezzo, ndr) .. io ho sposato l’hockey, tutto il resto è sempre un contorno (un vero “amatore”, ndr)

Posizione preferita?
Sessualmente parlando o hockeysticamente parlando? (l’ho detto che è un vero amatore, ndr) ... hockeysticamente parlando tutte, anche in porta!

Chi ce l’ha più lungo in spogliatoio?
Oh!? come stecca non lo so, forse Ivan ... come pisello in assoluto il Passo! (E’ un plebiscito, ndr)

Una cosa a cui non rinunceresti mai?
Mia figlia (il cameraman si sorprende “hai una figlia? non lo sapevo”, ndr) ... ha fatto 21 mesi l’altro ieri (auguri!, ndr)

Sei scaramantico?
Si di brutto!

Una scaramanzia che hai prima di giocare una partita?
Allaccio sempre prima il pattino destro.

Una cosa che ti fa incazzare?
La gente che prende questo sport come un passatempo.

Breve test per vedere se sei un vero Chiefs:
(Ride, ndr)

Molti dei nostri followers non hanno dimestichezza con la terminologia dell’hockey… puoi spiegarci che cos’è un icing?
Uoh! come te lo spiego un icing per le persone comuni? ... diciamo che per spiegare un icing aspettiamo più pubblico possibile sulle tribune così lo vedono e glielo spieghiamo al bar dopo la partita

Ok, cos’è il bastone alto?
Mh.. quello che alcune volte mi trovo sulla faccia da diversi giocatori.

E lo slashing?
Una persona che non conosco, era straniero l’ultima volta che l’ho visto.

E’ prevista una penalità?
Non esistono penalità nell’hockey, è solo un modo per far riposare i giocatori stanchi (ecco perchè il Filo ci va così spesso in panca puniti, razza di sfaticato, ndr)

La borsa valori?
Sta bene grazie (prego, ndr)

L’estetica?
E’ bellissima quando li vedi tutti schierati sulla blu

A chi appartien la squadra?
Al mondo ormai (cameraman: “ahi ahi ahi, bocciatooo!”, ndr)


Follow him on:
Non ha Facebook o Twitter dove poterlo seguire (ma guardatevi le spalle, potrebbe essere lui a seguire voi, ndr)

Hockey Chiefs Milano - Staff

ULTIME NEWS

EVENTI