NOHL, è finale!

I Chiefs sfideranno i Bulls per il titolo di campioni

Rispettato il pronostico della vigilia: l’Hockey Chiefs Milano supera per 5 a 0 l’ASD Stainless Hockey Milano e si guadagna l’accesso alla finale di campionato. La partita, giocata ieri sulla pista del PalaSesto, è stata combattuta e in bilico per buona parte dell’incontro, ben giocata da entrambe le formazioni nostante alcune assenze ambo le parti (Stagni e Perez nei Chiefs, Cocco e Antifora negli Stainless)

Coach Bianconi conferma il primo blocco con Cerri al centro tra Bertocchi e Mengato, coperti da Piccinno e Passoni. Seconda linea inedita con BertelliBarbieriCalefati, dietro BianchiSimoventi. In terza linea si alternano a rotazione Franco, Villa, Di Lucia, Carretta e Pecar, supportati da SyskovTeodoro.

L’inizio della partita è di marca Stainless che paiono più reattivi e si rendono pericolosi in un paio di occasioni, complice anche una penalità fischiata a Bianchi che costringe i Chiefs a giocare subito in inferiorità numerica, ma Sala è attento e chiude ogni varco. Passata la sfuriata iniziale dei primi 5 minuti, le gambe dei Chiefs iniziano a sciogliersi e si rendono pericolosi dalle parti di Filipcic bravo a fermare Cerri in breakaway e a impedirgli di realizzare in shorthand, e notevole quando con la pinza toglie dall’incrocio un tiro a colpo sicuro dallo slot di Calefati. Il risultato però non si sblocca e le squadre vanno al riposo sullo 0 a 0.

L’equilibrio caratterizza anche i primi 10 minuti della seconda frazione di gioco, ma entrambe le formazioni non riescono a sfruttare le situazioni di powerplay concesse dall’arbitro. Bisogna attendere fino al 12° minuto di gioco per veder sbloccato il risultato, quando Passoni riconquista un disco in zona neutra, serve Bertocchi che entra nel terzo, gira dietro porta, converge al centro e realizza di polso per l’esultanza della panchina gialloblu. Lo stesso Bertocchi potrebbe raddoppiare poco dopo dalla stessa posizione, ma questa volta il tiro finisce sul palo. Le squadre vanno quindi al riposo sul risultato di 1 a 0.

Il tempo di rifare il ghiaccio e le squadre tornano in pista per giocarsi gli ultimi 20 minuti da cui uscirà il nome della seconda finalista. All’inizio del terzo periodo viene fischiata una penalità a Polignino e la prima linea Chiefs sfrutta l’occasione nel migliore dei modi: ingaggio in zona d’attacco vinto, rapido scambio tra Mengato e Cerri, disco nello slot e tap in vincente di Bertocchi. Tutto di prima, tutto in 7 secondi: coach Bianconi alla lavagna non lo avrebbe disegnato meglio.
E’ il goal che sblocca psicologicamente i Chiefs, capaci non solo di resistere ai tentativi di riaprire la partita da parte degli ospiti che tra il 7° e il 9° minuto possono beneficiare di una situazione di doppia superiorità numerica per più di 1 minuto, ma di andare anche vicini alla terza rete con Piccinno il cui coast-to-coast viene fermato dal solo Filipcic.
Ristabilita la parità numerica, i Chiefs capiscono che è il momento buono per chiudere la partita, spingono sull’acceleratore e iniziano un gioco di forechecking alto che mette in difficoltà gli Stainless. Cerri recupera un disco nel terzo offensivo e colpisce il palo, raccoglie di nuovo il puck e guadagna una preziosa penalità che consente, in situazione di powerplay a Bertocchi e Barbieri di confezionare la terza rete. Assist del primo e goal del secondo, che si ripete 20 secondi dopo imbeccato da Calefati realizzando la quarta rete, per un “1-2” da k.o. Prima della fine c’è gloria personale anche per Cerri che, con l’aiuto di Mengato, recupera l’ennesimo disco in zona offensiva, si accentra e batte Filipcic sul primo palo in uno dei pochi errori dell’ottimo goalie rossoblu. Risultato finale: Chiefs 5, Stainless 0.

I Chiefs possono così festeggiare l’accesso alla finale di Maggio dove affronteranno l’HC Torino Bulls vincitrice nell’altra semifinale per 6 a 2 contro i favoriti Spartans di Torre Pellice.

MVP in casa Chiefs premiato con l’ormai consueto disco di gomma: Luca Bertocchi. Menzione d’onore per Andrea Sala, al primo shutout stagionale e per Andrea Passoni al primo punto in campionato in maglia Chiefs. Da segnalare infine l’ottima prova degli special team, sia in powerplay (finalmente efficace) che in penalty killing, soprattutto di Bertelli, Calefati e Piccinno.

Prima dell’inizio della partita le squadre hanno rispettano un minuto di silenzio in ricordo della sig.ra Pecar, madre del nostro Mago che, nonostante il dolore, non è voluto mancare all’appuntamento ed è regolarmente sceso in pista.

Doveroso infine il consueto ringraziamento al duo MasperoNovo per la gestione del tabellone e la compilazione del foglio arbitrale, a quanti hanno seguito la partita dalle tribune, alle nostre sempre calorose tifose e ad Albert Candiani che di ritorno dagli States, nonostante le ore di volo e di fuso orario, non ha voluto far mancare il suo supporto alla squadra.

Hockey Chiefs Milano - Staff

ULTIME NEWS

EVENTI